giovedì 8 marzo 2012

50 milioni di fumetti scaricati su comiXology


Il sito ICv2 ha intervistato David Steinberg, CEO di comiXology, il "distributore" principale nel settore dei fumetti digitali in lingua inglese. Marvel, DC Comics e le altre case editrici americane affidano a piattaforme come comiXology la vendita dei
fumetti digitali. Tramite comiXology (e altre aziende simili) i fumetti vengono venduti ai possessori di dispositivi come iPad, iPhone e Kindle.
comiXology ha iniziato a vendere fumetti digitali per gli iPhone nel luglio 2009; successivamente ha esteso la sua offerta a iPad (aprile 2010), al web (luglio 2010), ad Android (dicembre 2010) e infine a Kindle Fire (dicembre 2011).

Steinberg ha affermato che su comiXology sono stati scaricati 50 milioni di fumetti dal 2009 a oggi. Su comiXology alcuni fumetti sono scaricabili gratuitamente. Steinberg non ha specificato quanti fumetti scaricati su comiXology erano gratuiti e quanti erano a pagamento. Probabilmente la maggior parte dei fumetti scaricati era gratuita.


Inoltre il CEO di comiXology ha detto che nel solo mese di dicembre 2011 sono stati scaricati 5 milioni di fumetti. Nello stesso mese i fumetti di carta venduti nelle fumetterie americane tramite il distributore Diamond erano stati circa 6,4 milioni. Quest'ultimo dato comprende sia gli albi spillati (con 20/22 pagine di fumetti) che i volumi brossurati e cartonati (con 96/128/144/ecc... pagine di fumetti); anche su comiXology possono essere scaricati sia gli episodi singoli che i corrispondenti digitali dei volumi, tuttavia credo che al momento questi ultimi abbiano poca rilevanza. Non c'è quindi omogeneità fra i 5 milioni di fumetti scaricati su comiXology e i 6,4 milioni di fumetti venduti nelle fumetterie: sarebbe più corretto confrontare il numero di pagine venduto nelle fumetterie con il numero di pagine scaricate; il divario fra digitale e cartaceo crescerebbe notevolmente.


Il dato di dicembre 2011 testimonia la crescita esponenziale del mercato dei fumetti digitali. Come ho scritto in un precedente articolo, gli incassi dei fumetti digitali sono passati dagli 8 milioni di dollari del 2010 ai 25 milioni di dollari del 2011.
Ci si può chiedere se la crescita del settore dei fumetti digitali potrebbe danneggiare le vendite dei fumetti stampati su carta. Limitatamente al rilancio della DC Comics la risposta sembra essere negativa. La casa editrice newyorkese ha fatto una ricerca di mercato per capire come è stato accolto dai lettori il rilancio dell'universo narrativo di Batman e Superman (su Fumettologicamente c'è un articolo dedicato ai risultati della ricerca). In base ai dati raccolti "pare che gli acquisti ‘digital’ (...) siano da considerare “addizionali” su quelli cartacei: il business del fumetto digitale non starebbe sostituendo ma amplificando il consumo."


Nel momento in cui scrivo l'articolo questi sono i fumetti più venduti su comiXology:

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails