martedì 27 gennaio 2015

Scegliere la follia


Di seguito ci sono i racconti di dieci parole n. 139-143.

In alto: illustrazione di Hugo Pratt da Corto Maltese - La giovinezza.



Watchmen n. 12d (di 12): Uno sgambetto del caso
Potrebbe avere le sembianze di una macchia di ketchup.
Continua.
(22 gennaio)

Ninne nanne
Ninne nanne: per dirti “Buonanotte” anche se non ci sarò.
(22 gennaio)

Rasputin
Non si può scegliere l’amicizia. La follia sì, però.
(23 gennaio)

Ninne nanne
Quando non potrò dirti “Buona notte” avrai le ninne nanne.
(24 gennaio)

Meglio mai o tardi?
« Mi sento un imbecille ».
« Meglio tardi che mai » pensò lei.
(25 gennaio)


Altri racconti:

giovedì 22 gennaio 2015

Una tristezza che nemmeno la fisica quantistica riesce a descrivere


Ci sono anche Peppa Pig, il Dottor Manhattan, Sherlock Holmes e Jack lo Squartatore (che poi sono la stessa persona!) fra i protagonisti di questi cinque nuovi racconti di dieci parole.

Immagine in alto dal videogioco Sherlock Holmes vs Jack the Ripper.


I racconti n. 134-138:

sabato 17 gennaio 2015

Amore e libertà!


Amore e libertà (e Charlie Hebdo) sono i temi dei cinque racconti di dieci parole scritti dal 12 al 16 gennaio.
Buona lettura!

I racconti di dieci parole n. 129-133:

lunedì 12 gennaio 2015

Hihihi! Mia mamma è fatta. Grunt!


Ecco a voi undici racconti di dieci parole che ho partorito dall'1 all'11 gennaio.

A dire il vero i racconti sono dieci. Recensione di Dylan Dog n. 339, infatti, è una recensione, come suggerisce il titolo. Il fumetto recensito, che si intitola Anarchia nel Regno Unito (copertina di Angelo Stano in basso), è realizzato da Roberto Recchioni (soggetto), Gigi Simeoni (soggetto e sceneggiatura) e Giampiero Casertano (disegni).

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails